N. 1 (2019)

LA BIBLIOTECA DI MEDEA - Abitare. Approcci interdisciplinari e nuove prospettive

DOI: http://dx.doi.org/10.13125/medea-01

A cura di LUCIANO BOI, ANDREA CANNAS, LUCA VARGIU

ISBN 978-88-3312-009-6

 

L’abitare può essere concepito come conferimento di senso di una porzione di spazio o come la condizione di possibilità dell’esistenza umana; d’altro canto, appaiono innumerevoli le situations d’habiter, cioè le modalità particolari con le quali i gruppi umani si insediano in luoghi specifici o con le quali i singoli individui ordinano le loro vite. In ogni caso, proprio perché coinvolge l’essenza stessa del genere umano, l’abitare costituisce un crocevia nel quale si confrontano svariati saperi e diverse pratiche, fino a giungere a ridiscutere il loro statuto su diversi piani, da quello antropologico a quello più propriamente metodologico o procedurale. Nell’ottica di un dialogo fecondo tra discipline, i contributi di questo volume vogliono provare a riflettere sul senso dell’abitare, coinvolgendo il discorso filosofico e architettonico, l’indagine storica ed etnoantropologica, gli apporti della geografia, l’esperienza artistica e gli orizzonti letterari e cinematografici.

 

Luciano Boi – Filosofo e matematico, è docente all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales, Centre de Mathématiques (Parigi), dove tiene la cattedra di Géométrie, Théorisation Scientifique et Philosophie de la Nature. Ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali, tra cui le Guggenheim Foundation award nel 1997 e ha pubblicato numerosi articoli in riviste scientifiche internazionali. Tra i suoi titoli più recenti: Morphologie de l’invisible (Presses Universitaires de Limoges, 2011), The Quantum Vacuum (The Johns Hopkins Press, Baltimora 2011), Pensare l’impossibile: un dialogo infinito tra arte e scienza (Springer-Verlag, Milano 2012).

Andrea Cannas – Ricercatore e docente di Letteratura italiana presso il Dipartimento di Lettere, Lingue e Beni culturali dell’Università di Cagliari, ha pubblicato monografie e saggi su autori quali Leopardi, Bruno, Galilei, Pavese, Calvino, Deledda, Satta, Atzeni. Si è occupato di riscritture novecentesche del mito e di forma breve; ancora, della canzone d’autore (De André) e del fumetto. È autore di racconti, redattore della rivista di letteratura “Portales” ed è uno dei fondatori e componenti del comitato di direzione della rivista di studi interculturali “Medea”.

Luca Vargiu – Ricercatore di Estetica nell’Università degli Studi di Cagliari (Dipartimento di Pedagogia, Psicologia, Filosofia). È socio della SIE (Società Italiana d’Estetica) e membro del Comitato Scientifico dell’ISEB (Istituto “Emilio Betti” di Scienza e Teoria del Diritto nella storia e nella società). I suoi interessi di ricerca riguardano le teorie medievali e contemporanee dell’immagine, la riflessione teorica sulla storia dell’arte, il rapporto tra estetica ed ermeneutica, la filosofia del paesaggio.

Sommario

La biblioteca di Medea

Luciano Boi, Andrea Cannas, Luca Vargiu
PDF