«Ciò che è accaduto accadrà di nuovo»: le inderogabili stagioni del mito in Battlestar Galactica

Andrea Cannas

Abstract


La serie televisiva Battlestar Galactica mescola svariate matrici mitiche, in una continua oscillazione fra cultura classica greco-latina, ebraismo e cristianesimo – dal motto che scandisce i momenti cruciali si può cogliere un’allusione al nocciolo stesso del mito: «Ciò che è accaduto accadrà nuovamente». È la formula distillata da una strategia che struttura la narrazione articolandola nelle stagioni di un tempo circolare, quello dell’eroe che risorge dalle sue ceneri ma anche quello della relazione fra uomo e macchina robotica, fra creatore e creatura, alternandosi periodicamente il ruolo del carnefice e quello della vittima: l’ineluttabile circuito della caduta e della rigenerazione cui gli antichi attribuivano il volto ineffabile del Fato. È vero che la narrazione fantascientifica d’ampio respiro, con il suo complesso sistema di personaggi che interagiscono fra loro secondo ruoli consolidati, funziona come un sistema mitico e produce i suoi riconoscibili attanti. Ma in questo caso si tratta di un mito che può funzionare a pieno regime proprio perché agisce all’incontrario, sovvertendo le premesse: se il racconto mitologico originariamente si sforzava di ricondurre l’inconoscibile, ciò che l’uomo non poteva spiegare, a una misura razionale e tollerabile, la fantascienza paradossalmente risolve il problema della relazione fra l’individuo e una realtà tecnologicamente evoluta cercando di reintrodurre l’imponderabile e l’indeterminabile entro una struttura razionale, certificata come misurabile dal linguaggio delle macchine e dunque apparentemente nota e prevedibile nei rapporti di forza.

Parole chiave


Battlestar Galactica; Mito; Fantascienza, Serie televisive; Robot

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


Bordoni 2013 = C. Bordoni (a cura di), Guida alla letteratura di fantascienza, Odoya, Bologna 2013.

Caillois 1985 = R. Caillois, Dalla fiaba alla fantascienza, a cura di P. Repetti, Edizioni Theoria, Roma-Napoli 1985.

Calvino 1995 = I. Calvino, La literatura fantastica y las setras italianas ora col titolo Il fantastico nella letteratura italiana, in Saggi. 1945-1985, a cura di M. Barenghi, i Meridiani Mondadori, Milano 1995.

De Turris, Gallo 2001 = G. De Turris, C. Gallo (a cura di), Le aeronavi dei Savoia – protofantascienza italiana 1891-1952, Nord, Milano 2001.

De Turris, Fusco 2016 = G. De Turris, S. Fusco, Le meraviglie dell’impossibile. Fantascienza: mito e simboli, a cura di L. Gallesi, Mimesis, Milano-Udine 2016.

Dondossola 2001 = P. Dondossola, Fantascienza e libertà – gli archetipi letterari e il valore della diversità, “Culture – Annali dell'Istituto di Lingue della facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli studi di Milano, 2001.

Ferrini 1970 = F. Ferrini, Che cosa è la fantascienza, Ubaldini, Roma 1970.

Freedman 2000 = C. Freedman, Critical Theory and Science Fiction, Wesleyan U.P., Hanover (N.H.) 2000.

Ghezzo 1988 = D. Ghezzo, Fantascienza e mito, Tirrenia stampatori, Torino 1988.

Moylan 2000 = T. Moylan, Scraps of the Untainted Sky. Science Fiction. Utopia. Dystopia, Westview Press, Boulder (Colorado) 2000.

Pagetti 1970 = C. Pagetti, Il senso del futuro. La fantascienza nella letteratura americana, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 1970.

Pagetti 2003 = C. Pagetti, Il futuro immaginario della fantascienza. Vivere un altro presente, in C. Martino, F. Monteleone (a cura di), Science fiction, Bulzoni, Roma 2003.

Panella 2016 = G. Panella, Il disastro prossimo venturo. Distopia, apocalisse, fantascienza: tra Saramago e Ballard passando per Cormac Mccarthy, in N. Turi (a cura di), Ecosistemi letterari: luoghi e paesaggi nella finzione novecentesca, Firenze University Press, Firenze 2016.

Sobchack 1980 = V. Sobchack, The Limits of Infinity: The American Science Fiction Film 1950-1975, A S Barnes, New York 1980.

Suvin 2000 = D. Suvin, Afterword: with Sobered Estranged Eyes, in P. Parrinder (a cura di), Learning from Other Worlds. Estrangement, Cognition and the Politics of Science Fiction and Utopia, Liverpool U.P., Liverpool 2000.

Suvin 2016 = D. Suvin, Metamorphoses of Science Fiction: On the Poetics and History of a Literary Genre, Peter Lang, Oxford, Oxfordshire, 2016.

Warrick 1980 = P. Warrick, The Cybernetic Imagination in Science Fiction, Massachussets Institute of Technology, 1980.




DOI: http://dx.doi.org/10.13125/medea-3488

NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aunica-24037

Metriche dell'articolo

Caricamento metriche ...

Metrics powered by PLOS ALM

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Copyright (c) 2018 Andrea Cannas

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License.

ISSN 2421-5821 

Medea Journal è edito dall'Università di Cagliari - Il supporto ICT, lo sviluppo e la manutenzione di questa installazione di OJS sono forniti da UniCA Open Journals, gestito dal Sistema Bibliotecario di Ateneo.

Creative Commons License            DOAJ seal