Lucile Desblache, La plume des bêtes. Les animaux dans le roman

  • Rachele Branchini Università di Bologna

Abstract

Nel suo nuovo studio critico, La plume des bêtes. Les animaux dans le roman, Lucile Desblache affronta una questione che le è cara: il valore della rappresentazione letteraria dell’animalità, indagata sia nel rapporto simbolico che questa intesse con l’opposta sfera dell’umano sia nel ruolo semiotico che assume all’interno della narrazione romanzesca. Già nel 2002, infatti, la studiosa aveva dato alle stampe un lavoro simile, il Bestiaire du roman contemporain d’expression française, un lemmario animale che esplorava i valori simbolici del mondo ferino nell’opera di un numero consistente di romanzieri francofoni contemporanei (Gary, Grangé, Moinot, Nourissier etc.).

Author Biography

Rachele Branchini, Università di Bologna

Dottoranda in Letterature Moderne, Comparate e Postcoloniali, Università di Bologna.

References

Published
2013-01-06
How to Cite
Branchini, R. (2013). Lucile Desblache, <i>La plume des bêtes. Les animaux dans le roman</i&gt;. Between, 2(4). https://doi.org/10.13125/2039-6597/855
Section
Between the Texts / Reviews: Ed. Giulio Iacoli and Marina Guglielmi