Cagliari: Santa Gilla, la laguna e l’argilla

  • Donatella Salvi
Parole chiave: argilla, laguna, ceramica, anfore, coroplastica

Abstract

Riassunto: Negli ultimi trenta anni l’area di Santa Gilla, indagata a più riprese in occasioni e in condizioni diverse, ha fornito informazioni di grandissimo rilievo per conoscere le attività artigianali che si svolgevano lungo le coste della laguna in età punica sfruttando i banchi di argilla. I dati ricavabili dalla necropoli di Tuvixeddu integrano queste informazioni e ne consentono un più preciso inquadramento cronologico.
Parole chiave: argilla, laguna, ceramica, anfore, coroplastica

Abstract: Over the last thirty years, the area of Santa Gilla, investigated several times on various occasions and in different conditions, provided information of great importance to learn about the craft that took place along the shores of the lagoon in Punic period using banks of clay. The data obtained from the necropolis of Tuvixeddu integrate this information and allow a more precise chronology.
Keywords: clay, lagoon, ceramics, amphorae, terracotta

Biografia autore

Donatella Salvi
funzionario archeologo della Soprintendenza per i Beni archeologici per le province di Cagliari e Oristano fino al 2012
Pubblicato
2016-06-10
Come citare
Salvi, D. (2016). Cagliari: Santa Gilla, la laguna e l’argilla. ArcheoArte, 3. https://doi.org/10.13125/j.arart/955
Fascicolo
Sezione
Articoli