Un inedito bassorilievo del XVI secolo. Studio preliminare

  • Mauro Salis Università degli Studi di Cagliari
Parole chiave: Scultura, bassorilievo, marmo, Sardegna, XVI secolo - Sculpture, bas-relief, marble, Sardinia, XVI century

Abstract

Il contributo si incentra su un bassorilievo marmoreo, che presumibilmente costituiva la predella di un raro retablo marmoreo perduto. La lastra è attualmente conservata nella casa parrocchiale di Bitti. Vi sono rappresentate in serie continua le scene con il Cristo in pietà sorretto da due angeli (al centro), il Martirio di San Sebastiano (a sinistra) e un non identificato personaggio inginocchiato, che porge una tavoletta a un prelato assiso su uno scranno (a destra). La ricerca è stata svolta sul fronte iconografico, particolarmente mirato sulla iconografia del Cristo che tiene le braccia aperte.

The contribution focuses on a marble bas-relief, which presumably was the predella of a lost marble retable (altarpiece). The slab is nowadays preserved in the parish house of Bitti. There are represented in continuous series the scenes with Christ as Man of Sorrows with two angels (in the middle), the Martyrdom of Saint Sebastian (left side) and an unidentified person kneeling, which offers a tablet to a prelate sitting on a high-backed chair (right side). The research was conducted on the iconographic front, particularly focused on the iconography of Christ who holds the open arms.

 

Biografia autore

Mauro Salis, Università degli Studi di Cagliari
Dottorando in Fonti scritte della civiltà mediterranea, XXVI ciclo, presso Dipartimento di studi storici, geografici e artistici dell’Università degli Studi di Cagliari. Cultore della materia presso Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Cagliari per il settore scientifico-disciplinare L-ART/02 Storia dell’arte moderna
Pubblicato
2012-06-26
Come citare
Salis, M. (2012). Un inedito bassorilievo del XVI secolo. Studio preliminare. ArcheoArte, 1. https://doi.org/10.4429/j.arart.2011.suppl.45