Note su un pilastrino medievale della Trexenta

  • Maily Serra
Parole chiave: Trexenta, sculptured, middle age, inscription churches

Abstract

Nel corso delle ricognizioni per la redazione della tesi di laurea sono stati individuati alcuni elementi scultorei in arenaria, inizialmente confrontabili con le cd. “pietrefitte” analizzate da S. Casartelli Novelli nel 1989. Si presenta uno dei suddetti manufatti, attualmente murato nella recinzione esterna di una abitazione privata di Gesico, comune situato nella zona denominata Trexenta, in

provincia di Cagliari. Il reperto, un monolite in pietra locale, è decorato su una delle due facce a vista con un grande fiore a tripla
corolla, al di sotto del quale si trova un’ iscrizione con caratteri maiuscoli in lingua latina. L’analisi stilistico-formale ha permesso di ipo-
tizzare per il manufatto la funzione di elemento architettonico, presumibilmente di un edificio di culto. Per quanto riguarda l’iscrizio-
ne, su base paleografica si propone una datazione intorno al XIII secolo, analogamente a quanto ipotizzato per l’apparato decorativo.

During the researches to complete the graduation thesis, some sculptural sandstone elements have been found. At the
beginning, they have been compared to the “pietrefitte”, some sculptured studied in 1989 by S. Casartelli Novelli. One of them is
actually walled in a private house of Gesico, a little village in the provinces of Cagliari. This monolith is decorated with a big triple
corolla rosette, below whom there is a capitol letters inscription in Latin. The researches about shapes and style permitted to make the
hypothesis that the stone-carving was a pillar, maybe included in a religious building. The inscription had been dated, for the analysis
of the letters, to the XIII century, as the decorations of the pillar.

Pubblicato
2010-12-16
Come citare
Serra, M. (2010). Note su un pilastrino medievale della Trexenta. ArcheoArte, 1, 103-115. https://doi.org/10.4429/j.arart.2010.01.08
Fascicolo
Sezione
Articoli